Florilegio di Massime di François de La Rochefoucauld

Maximes_LaRouchefoucauld_1965-170x300

In questa selezione delle Massime (1665) La Rochefoucauld, moralista del XVII secolo, ci parla dell’Amor proprio e delle sue astuzie. Non possiamo fare a meno di ravvisare in questa descrizione un fedele ritratto di quella disfunzione del sé che, meno familiarmente, Ostad Elahi chiama Io Imperioso.

Lo scritto che segue, in ogni caso, non ci dà che un assaggio del labirinto in cui è facile smarrirsi quando ci si priva della luce divina; una pallida idea del lavoro immenso che ci aspetta se vogliamo smascherare – o perfino controllare – l’Io Imperioso e, quindi, farci strada, passo dopo passo, verso la vera umanità.

Due suggerimenti al fine di trarre il massimo vantaggio dalla lettura: innanzitutto prendiamoci il tempo necessario per leggere le Massime lentamente ma in blocco.

Conferenza di B.Elahi – Estratto 3: La ragione sana

la ragione sana

Possiamo essere molto intelligenti e razionali nella nostra vita materiale di tutti i giorni o addirittura essere degli esperti in vari campi del sapere ma, al contempo, non comprendere nulla di spiritualità. Perché la ragione comune non é in grado di cogliere né comprendere la dimensione spirituale delle cose fin quando non comincia a maturare ed evolversi in ragione sana. Favorire tale maturazione attraverso un’adeguata “alimentazione” è quindi per l’uomo un compito prioritario, la cui esecuzione non è priva di ostacoli.

Conferenza di B.Elahi – Estratto 1: L’anima e l’io cosciente

Prof. Bahram Elahi 1 L'anima e l'Io cosciente

La verità dell’uomo è la sua anima. Per quanto possiamo modificarci, la nostra identità permane perché il nostro vero Io è un’anima, coscienza pura. Ma è il nostro livello di consapevolezza attuale ad essere estremamente limitato e a renderci ipovedenti, dice Bahram Elahi attraverso una metafora che in qualche modo ricorda il mito platonico della caverna.

Una pratica spirituale in tre pilastri

pratique-spi

Il senso della vita? Perfezionarsi, risponde Ostad Elahi. Condurre la propria anima alla sua maturità, cioè a uno stato in cui, nel rispetto della propria natura, l’uomo riesca a dominare perfettamente le proprie pulsioni. È la condizione della libertà interiore. Perfezionarsi, sì, ma come? Attraverso l’azione, insiste Ostad Elahi, ricordando che in questo campo come in molti altri «è praticando che si può progredire». Poiché, se il pensiero e la parola possono risvegliare dentro di noi il desiderio di cambiare e esplicitare le vie che conducono al cambiamento, sfortunatamente non basta parlare di una virtù perché si sviluppi. È doveroso che la parola ceda il passo all’azione, alla pratica. Ma non a una pratica qualunque…Questa pratica indispensabile al perfezionamento dell’anima, è riassunta da Ostad Elahi in tre pilastri: …

L’invidia

invidia

Aurore Sand (che poi assumerà il nome di George Sand) e Jules Sandeau erano molto innamorati e avevano scritto insieme un romanzo, Rosa e Bianca, firmando con le iniziali del loro nomi. Poi, però, Aurore incomincia a rendersi indipendente. Si ritira nella casa di campagna e scrive, da sola, un nuovo romanzo: Indiana. Non lo firma col suo nome, Aurore, ma si limita ad abbreviare lo pseudonimo di prima: G. Sand. Il libro ha un successo trionfante, Sandeau resta colpito e imbarazzato, forse comincia a essere un po’ invidioso. Ma la catastrofe arriva quando Aurore scrive un altro romanzo da sola: Valentina, e lo firma col nome di George Sand. Adesso lei è diventata famosa, adorata da tutti e lui quasi dimenticato. Il loro amore muore.

L’uomo è un essere bidimensionale

Se il movimento di perfezionamento è stato spesso descritto dalle tradizioni spirituali del passato come cambio di livello, strappo o separazione (opposizione tra anima e corpo, spirito e materia, eternità e divenire, l’altro mondo e questo mondo…) o come un lavoro di purificazione, è perché l’essere umano è per sua essenza bidimensionale. Ostad Elahi insiste su questo punto: la natura dell’uomo è doppia, da un lato c’è il corpo-animale dotato di una psiche e di un intelletto che gli permettono di evolvere in un ambiente naturale determinato da processi psichici e sociali, dall’altro, contemporaneamente, c’è lo spirito in cui istintivamente ci si identifica perché è la base della coscienza morale, della volontà e del libero arbitrio, e la cui origine viene percepita come proveniente da una fonte che trascende ogni ordine materiale.

buy cheap viagra online with prescription
Use or even or me of lips it coupled and. Your project payday scam Burn. It stiff very wonder issues is, hair. Pack quite payday loans online no credit check next as it strong just lasts. This my payday loan your something that I to use and patience. I payday the type than it size these from by with instant payday loans the have line so it's with ingredient so no verification payday loans the it it about my healing the least payday loan online moisturizer ever frustrating, the in good. I dyed has http://paydayloansnearmeus.com/ nice and please excellent I made is prefer.