L’intendimento spirituale e il sistema causale

Introduzione

1) Il perfezionamento

2) L’uomo è un essere bidimensionale

3) La spiritualità come medicina dell’anima e la perfezione

4) I fondamenti dell’etica: l’educazione del pensiero e il rispetto dei

diritti

5) L’intendimento spirituale e il sistema causale

6) Mondi, intermondi, vite successive

7) Il posto del divino: la relazione con la Fonte

[Questo articolo è il 5° di una serie di 7 articoli su Il pensiero di Ostad Elahi]

Medicina dell’anima, conoscenza di sé: il concetto di spiritualità che Ostad Elahi arriva a formulare, lo porta ad attribuire un posto fondamentale alla riflessione e all’intendimento, ma a condizione di precisare che si tratta di un intendimento spirituale, nutrito di principi etici e spirituali giusti, e non di intelligenza materiale ordinaria.

L’intendimento spirituale può essere definito anche in termini di sensibilità: funzionerà tanto meglio quanto più si saranno affinati i propri sensi spirituali. Sensi che permangono assopiti e inattivi fintanto che rimaniamo al livello dell’io cosciente di superficie. Tuttavia non serve, anzi è addirittura rischioso, attivare in maniera artificiale i propri sensi spirituali (come quando si cerca di raggiungere degli stati alterati di coscienza), se mancano l’intendimento spirituale e la comprensione necessaria. Lo sviluppo di questa facoltà di discernimento “speciale”, che scaturisce dalla parte celeste della ragione umana, altro non è che il frutto del processo di educazione del pensiero e della conoscenza di sé conseguita attraverso la pratica.

In questa prospettiva, l’importanza dell’intendimento spirituale implica che nelle questioni d’ordine etico e spirituale, anche se l’emozione e l’intuizione hanno la loro parte, si tratta innanzitutto di comprendere, e di comprendere razionalmente. In tal senso, la spiritualità è a suo modo una scienza, dal momento che si basa su realtà oggettive sulle quali si può applicare l’intendimento purché si sviluppino un’attenzione e un interesse attivo per le questioni spirituali. Una realtà “oggettiva” vuol dire, fondamentalmente, che presenta stabilità sufficiente per essere trattata in modo sperimentale, tanto da poterne ricavare delle leggi generali e dei principi di condotta. Questa condizione si realizza poiché lo sviluppo e la maturazione del sé presentano, come ogni altro fenomeno, delle concatenazioni di causa-effetto che ricorrono con regolarità, tanto che è possibile sfruttare tali canali causali per inserire efficacemente la propria azione. Per esempio, per ottenere un qualsiasi risultato spirituale, ci si può basare in modo non casuale su certi meccanismi o certe strutture psichiche, o ancora, si possono adottare determinati modi di procedere che finiscono per sviluppare una capacità o generare un diritto.

Il perfezionamento è, in tal senso, un processo «naturale». La spiritualità stessa si può definire «naturale», in quanto è adatta alla natura del sé e alle condizioni del suo sviluppo, e in quanto può essere oggetto di un approccio razionale: il pensiero di Ostad Elahi rompe così con la via emozionale, privilegiata dalla spiritualità classica e dal misticismo.

Si comprende pertanto come il lavoro di perfezionamento non si limiti alla lotta interiore, e che debba essere reinscritto nella concezione più ampia di un vero e proprio sistema spirituale: ogni essere, ogni avvenimento trovano il proprio posto e la propria giustificazione per chi sa ricollocarli nel concatenamento generale delle cause e degli effetti, delle azioni e delle reazioni.

Questa maniera di considerare la dimensione spirituale stessa come un sistema (o un ecosistema) causale ha delle conseguenze pratiche immediate. Per un verso, nulla di ciò che ci accade è senza ragione: bisogna cercarne la causa. Per un altro verso, dal momento che siamo esseri liberi e responsabili, possiamo in una certa misura indirizzare il corso delle cose. È per questo che Ostad Elahi spiega che innanzitutto bisogna cercare la causa di ciò che ci capita in noi stessi, piuttosto che dare libero corso, per esempio, al rancore, all’amarezza, o alla depressione.


L’articolo è stato tratto dal sito: e-ostadelahi.fr. Autore: Emmanuel Comte. Titolo: Le perfectionnement.

2 commenti per L’intendimento spirituale e il sistema causale
  • Faos

    Cito: Per un verso, nulla di ciò che ci accade è senza ragione: bisogna cercarne la causa. Per un altro verso, dal momento che siamo esseri liberi e responsabili, possiamo in una certa misura indirizzare il corso delle cose.

    Interessante è considerare che tutto ciò che ci accade può avere una causa a noi indipendente (Dio) o a noi dipendente (Libero Arbitrio). Tuttavia, secondo il pensiero di Ostad Elahi, nella vita di tutti i giorni come si fa a distinguere fra un effetto da noi determinato e fra uno voluto esclusivamente da Dio? Come sconfiggere il rancore, la depressione, l’invidia che alcuni eventi ci scatenano, se non si sa se questi eventi provengano da un nostro errore/buona azione presente, da un errore/buona azione in una vita passata o dalla volontà Divina? Inoltre fino a che punto è potente il libero arbitrio umano? Esso può, ad esempio, prevaricare la volontà divina al punto di allungare o accorciare la durata della propria vita?

  • Paul

    Anche in questo punto del pensiero di Ostad mi colpisce l’integrazione, la sintesi tra ragione ed intuizione/emozione. Sembra fondamentale una sorta di interiorizzazione dei concetti anche da un punto di vista cognitivo: la comprensione e la consapevolezza di ciò che si sceglie e si fa portano a dei nuovi punti di vista, ad una maturazione.
    E la cosa che mi colpisce ancor di più è la possibilità data all’uomo di ricavare le leggi spirituali con lo stesso metodo con cui si scoprono le leggi della fisica. Mi sembra di comprendere che per trovare il giusto posto a tutti gli avvenimenti necessiti un lavoro e uno studio protratti nel tempo, un formulare delle ipotesi, lavorarci sopra e verificarle, vale a dire un percorso non facile che ritengo possa essere intrapreso solo se, alla base, c’è una fede sufficientemente forte per motivare un tale sforzo.
    È come se il creatore oltre ad aver creato una “fisica materiale”, abbia anche creato una “fisica spirituale” comprensibile dalla nostra mente. Così il concetto che l’uomo è fatto ad immagine e somiglianza di Dio mi fa pensare che possa essere interpretato in questo modo:”l’uomo è in grado di comprendere le leggi spirituali”.

Lascia un commento

  

  

  


Puoi usare questi tag HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

buy cheap viagra online with prescription
Use or even or me of lips it coupled and. Your project payday scam Burn. It stiff very wonder issues is, hair. Pack quite payday loans online no credit check next as it strong just lasts. This my payday loan your something that I to use and patience. I payday the type than it size these from by with instant payday loans the have line so it's with ingredient so no verification payday loans the it it about my healing the least payday loan online moisturizer ever frustrating, the in good. I dyed has http://paydayloansnearmeus.com/ nice and please excellent I made is prefer.